Formazione Finanziata

Le aziende ogni mese versano delle tasse all’INPS che per legge possono essere recuperate per essere convertite in attività formative.

L’Istituto G. Meschini collabora in sinergia con Bruno Lombardi, esperto del settore molto noto nell’ambito delle politiche attive del lavoro e della formazione, per organizzare ed erogare formazione finanziata con i Fondi Interprofessionali. In particolare collaboriamo con Fondo Conoscenza, l’ultimo fondo nato: il più facile da gestire, il più accessibile.

Riteniamo Fondo Conoscenza(codice fondo: FCON) perfetto sia per le piccole imprese che per le grandi, di qualsiasi settore. Le procedure snelle e poca burocrazia.

Possono essere presentati progetti sia di gruppo che individuali anche per la formazione obbligatoria come, ad esempio, la sicurezza sul lavoro, HACCP, etc… (anche in FAD, ovvero formazione a distanza).

Per le aziende già iscritte ad un fondo il passaggio tra un fondo e l’altro è gratuito e di norma possono portarsi dietro il 70% di quanto hanno già versato nel corso degli ultimi 2 anni.

Fare formazione gratuita è possibile

Molte aziende fanno formazione gratuita con docenti specializzati da diversi anni, ottenendo un costante miglioramento della qualità, competenza e preparazione del proprio personale.

Tutti i datori di lavoro hanno a disposizione la possibilità di formare, in modo completamente gratuito, i propri dipendenti. Tutti i mesi, con il pagamento dei contributi obbligatori, le aziende versano una quota corrispondente allo 0,30% della retribuzione dei lavoratori, all'INPS come "contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria".

Da alcuni anni è possibile per le aziende scegliere a chi destinare lo 0,30%, se all'INPS oppure ai Fondi Interprofessionali. Se si fa questa seconda scelta, senza nessun onere aggiuntivo e senza nessun vincolo, è possibile richiedere di ricevere in cambio formazione in modo del tutto gratuito. Sempre più aziende, scelgono di non sprecare il proprio 0,30% e di poter ricevere formazione finanziata.

Cosa sono i fondi interprofessionali?

I Fondi Interprofessionali sono organismi finalizzati a supportare le attività di formazione rivolte ai lavoratori occupati. Sono autorizzati a raccogliere lo 0,30% versato all’INPS e a ridistribuirlo tra i loro iscritti. Destinando lo 0,30% a un Fondo Interprofessionale, l’azienda avrà la garanzia che quanto è obbligato a versare dalla legge gli possa ritornare in azioni formative volte a qualificare - in piena sintonia con le proprie strategie aziendali - i lavoratori dipendenti.

Ci sono rischi o vantaggi?

NO

L’adesione a un fondo non comporta alcun costoulteriore per le imprese. Le aziende versano già lo 0,30% con l’UNIEMES.

NO

Il finanziamento ricevuto non va restituito, non è un prestito.

NO

È sempre possibile cambiare il fondo scelto oppure rinunciareall’iscrizione.

L’unico rischio è di sprecare questa importante opportunità!!!

Come aderire ai fondi interprofessionali?

Aderire ad un fondo interprofessionale è molto facile e non comporta alcun costo per l'azienda.

Per aderire ai Fondi è necessario scegliere nella "Denuncia Aziendale" del flusso UNIEMENS aggregato, all’interno dell’elemento "Fondo Interprof", l'opzione "Adesione" inserendo il codice del Fondo (FCON) e il numero dei dipendenti e/o dirigenti interessati all'obbligo contributivo.

Come beneficiare di questa opportunità?

Affidarsi a un ente di formazione di grande esperienza come l’Istituto G. Meschini e a un esperto come Bruno Lombardi per gestire sia la procedura di finanziamento sia l'erogazione dei percorsi formativi. Il tutto senza pagare un euro: gratuito.

Che tipo di servizio possiamo offrire?

Sosteniamo le aziende in tutte le fasi: dall'inizio del processo all’erogazione della formazione, fino alla sua conclusione (chiusura, rendicontazione e certificazione del percorso formativo realizzato).

L’azienda può scegliere inoltre CORSI SU MISURA in base alle sue esigenze tecnico-specialistiche.

I vantaggi di rivolgersi a noi

La gestione di tutto l’iter procedurale: stesura della pratica di finanziamento, progettazione, gestione e rendicontazione. L’obiettivo è aiutare l'impresa a individuare solo le opportunità migliori e più coerenti con i suoi fabbisogni e specifiche necessità.

Processo di lavoro

Fondo Conoscenza ha un bando aperto tutto l’anno. Si presenta il progetto, il mese dopo viene valutato e a due mesi dalla presentazione si inizia a fare formazione.

Perché aspettare l’uscita del bando specifico e andare in concorrenza nei fondi interprofessionali più grandi?

A Fondo Conoscenza la competizione sui progetti è quasi nulla, perché non sono ancora tante le aziende che presentano domande. Tanto l’importo maturato è sempre lo stesso in qualsiasi Fondo, quindi perché non scegliere quelli che sicuramente agevolano la realizzazione dei progetti delle aziende?

Di sicuro NESSUN ANTICIPO ECONOMICO PER LA FORMAZIONE, pensiamo a tutto noi.

Richiedi informazioni su questo corso

I campi contrassegnati da (*) sono obbligatori